mercoledì 22 aprile 2009

tu chiamale se vuoi...

grazie per avermi insegnato a non nascondere le emozioni, grazie per avermi dimostrato che è bellissimo e normale mostrare i propri sentimenti, grazie per la semplicità con cui affrontate la vita, grazie per la sincerità che avete tutti i giorni, grazie per avermi dato tanto.

giovedì 9 aprile 2009

tren sin destino


Una canzone diceva "un volo kamikaze verso l'eternità" ma a me basta un treno senza destinazione. A volte è meglio, così non ti poni neanche il problema di dove andare e come andare. Avanti avanti e senza possibilità di tornare indietro, ottimisti per costrizione e realisti di fatto. E il biglietto? Quello è omaggio, almeno all'inizio, poi dopo tocca guadagnarselo, giorno per giorno. Si deve anche stare attenti, quando meno te lo aspetti ti buttano fuori.
Ma alla fine è tutta una fregatura? Forse si, ma bisogna cercare di renderla il più piacevole possibile, anche perché non vi è certezza di nulla, ormai c'è tutto e il contrario di tutto. Non che in passato fosse molto diverso...è che oggi per le singolarità è forse più difficile unirsi tra loro, come in una corrente: tutti insieme eppure tutti divisi, verso un punto interrogativo che non arriverà mai.

domenica 5 aprile 2009

animo umano

...da quando ho scoperto che le sigarette non fanno male non ho più voglia di fumare...

libro delle elementari

è meglio imparare a pensare che imparare pensieri

giovedì 2 aprile 2009

scultura familiare


cerco informazioni riguardo questa "scultura", questa "faccia". Cosa sapete? Esiste in commercio qualcosa di simile?

nessuno è immune


Il sole di pomeriggio a volte è proprio abbagliante, arriva ovunque e ti mette nudo...
- non so ancora quando andar via, non riesco a decidermi
- ma perché sei mai arrivato?
- molti mi dicono che è come se non fossi mai andato via
- allora non tornare, forse la gente cambierà opinione
- non capisco mai se è meglio dimenticarvi o cercare di vedervi il più possibile, qualunque cosa faccia sarebbe un errore
- devi iniziare ad interagire con la tua vita, smettila di essere solo uno spettatore, smettila di salire sempre sul treno più sicuro per essere sicuro di non cadere mai completamente, smettila di pensare di non invecchiare mai
- forse voglio morire giovane, che ne sai? Comunque non mi fermerò, devo inventarmi qualcosa
- lo sai che non si può tornare indietro e sai anche che ognuno ha la sua strada, le situazioni vanno create non si può solo aspettare che arrivino da sole
- hai ragione ma non ce la faccio, e non so perché, eppure ho fatto cose non da poco e sono arrivato dove non pensavo di poter arrivare. La vita a volte mi sembra vuota, insipida, ma è per tutti questa cosa? Vale solo per me?
- la vita è una grande fregatura, tutto quello che facciamo è una illusione, è un palliativo, serve a distrarci, per non pensare alla grande fregatura. Nel momento che sei solo, nel momento che rifletti allora capisci, soffri e per non soffrire agisci, prendi la tua "droga", la chiamano vita quotidiana, percorso personale, occupazione, stile di vita...così non ci pensi
- proprio tutto è una droga?
- certo! dal lavoro fino alla scelta degli abiti, allo shopping, al dormire, le vacanze, la scuola, le foto, le cartoline, la musica...TUTTO!
- qual è la droga più potente? voglio dedicare il resto della mia vita a cercarla e a consumarla
- la gente, è la gente la droga più potente che esiste. Ognuno di noi si fa di gente, interagisce con lei, dona e prende da lei, sfruttiamo gli altri e veniamo sfruttati, stare con altri nostri simili è la droga più potente che esiste. Quando siamo con gli altri stiamo meglio, siamo più felici, ci sentiamo più forti, più sicuri. Se sei da solo ti spegni, a poco a poco e nessuno saprà di te o ti ricorderà
- e se qualcuno poi mi ricorda?
- anche i ricordi sono una droga
- allora mi drogherò e quando mi sarò stancato scomparirò!

mercoledì 1 aprile 2009

"...venghino venghino..."

Vengano signori vengano...a mirare le stelle e le sfavillanti cornici, ad ascoltar le poesie e le canzoni brave, a leggere ed imparar le rime, a ridere e a mal piangere. Che noia la vita, ma che brio che c'è quando la gente si unisce, che energia e che vitalità!
Vengano signori vengano...