venerdì 22 maggio 2015

come risparmiare sulla bolletta elettrica e del gas


[ARTICOLO AGGIORNATO AL 31/01/2018 - in fondo trovate le nuove tariffe]


Ogni volta che ci viene recapitata una bolletta riceviamo un colpo al cuore ed al portafogli, vero? A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di lamentarsi per una bolletta salata, energia elettrica e gas sono ovviamente i principali colpevoli di questi attacchi alla nostra salute.
In questa guida spiegherò come poter ridurre le nostre bollette seguendo alcuni accorgimenti.
Prima però saltiamo subito alle conclusioniuna famiglia di 3 persone può risparmiare circa € 70 all'anno sull'energia elettrica ed altri € 90 sul gas (rispetto al mercato a maggior tutela). Quindi nessuna grande somma che vi permetterà di cambiare il vostro stile di vita, ma sicuramente soldi in più che rimarranno nelle vostre tasche (soprattutto perché il cambio tariffario è a costo zero).

La prima cosa da fare è sfruttare la liberalizzazione del mercato dell'energia e fare un bel confronto tariffario. Internet ci viene in aiuto perché oltre a permetterci di visitare i siti dei vari gestori, ci mette a disposizione dei motori di ricerca per trovare la tariffa migliore per le nostre esigenze. Sfruttiamo i siti che effettuano un confronto sulle tariffe (i principali sono sostariffe , segugio e facileit), compiliamo i dati in base alle nostre esigenze e ci ritroveremo con la classifica delle migliori tariffe. Alla data in cui scrivo la miglior tariffa per il gas è di € 0,26 al metro cubo, mentre per l'energia elettrica è di € 0,05 al Kw per una tariffa monoraria, € 0,024 e € 0,10 per la bioraria (rispettivamente orari in tariffa ridotta e di punta). Stop, non ci sono storie, se qualcuno vi telefona dicendo che vi sta proponendo la tariffa migliore non gli credete, non fatevi infinocchiare. (in fondo all'articolo ci sono i nuovi prezzi al 13/05/2017) Tenete questi numeri come punti di riferimento, in particolare per l'energia elettrica scegliete se vi conviene di più avere una tariffa fissa per tutto il giorno (monoraria) o una variabile in base all'ora (bioraria).
La seconda fase è di andare sul sito del gestore che avete scelto ed aderire all'offerta migliore per voi, non affidatevi ai call center o venditori porta a porta perché le migliori tariffe vengono proposte solo online. E' estremamente improbabile che tramite un intermediario possiate avere la stessa tariffa che si può acquistare direttamente dal sito del gestore. Quindi anche in questo caso non fatevi infinocchiare e puntate verso il sito online del gestore di energia elettrica o gas, muniti di una vecchia bolletta e dell'iban del vostro conto corrente (le offerte online si possono pagare solo con addebito su conto corrente) in pochi minuti riuscirete a fare richiesta per il nuovo contratto. Non abbiate paura perché non resterete mai un giorno senza luce o gas, non vi accorgerete del cambio se non nelle bollette.
Ora alcuni consigli finali più o meno conosciuti su come ridurre ulteriormente la vostra spesa energetica:

  • una volta approdati al nuovo gestire aderite alle sue campagne di raccolta punti, al posto di scegliere premi inutili richiedete uno sconto sulla prossima bolletta (per esempio enel, edison ed eni lo permettono);
  • fate sempre l'autolettura del contatore del gas tutti i mesi (per l'energia elettrica non dovrebbe essere necessario), in questo modo vi verranno fatturati sempre i giusti metricubi;
  • per tutti i servizi consiglio sempre il pagamento con addebito sul conto corrente, questo vi eviterà di versare il deposito cauzionale e vi farà risparmiare sui bollettini postali, che purtroppo costano € 1,30 (se in un anno paghiamo 18 bollette risparmieremo € 23,40). Il rid ha anche il vantaggio di farci risparmiare tempo in posta e di pagare in automatico l'ultimo giorno della scadenza della bolletta;
  • al momento di cambiare un elettrodomestico guardate la classe energetica, orientatevi verso elettrodomestici con un minor consumo energetico;
  • sostituite le lampadine classiche con lampade a risparmio energetico o led;
  • evitate gli sprechi, sembra banale ma funziona sempre;
  • utilizzate tutti quei prodotti per ridurre la dispersione di calore in inverno, quindi per esempio strisce per ridurre gli spifferi o i pannelli riflettenti da inserire dietro i termosifoni. Hanno un costo bassissimo e anche se siete dubbiosi sulla loro efficacia un tentativo non vi farà andare in bancarotta.

[AGGIORNAMENTO DEL 31/01/2018]
Le tariffe sono in continua evoluzione, di seguito ecco i migliori prezzi indicativi per gas ed energia elettrica.

- gas circa € 0,18 al metro cubo

- energia elettrica € 0,04 al Kw per una tariffa monoraria, € 0,03 e € 0,06 per la bioraria (rispettivamente orari in tariffa ridotta e di punta)



Se hai trovato interessante questa guida, aiuta anche i tuoi amici condividendola, usa i pulsanti qui in basso.

Nessun commento:

Posta un commento